Il professore e il barcaiolo

Un giorno, uno dei più grandi professori dell’U­niversità, candidato al Premio Nobel, famoso in tut­to il mondo, giunse sulle rive di un lago.
Chiese ad un barcaiolo di portarlo a fare una pas­seggiata sul lago con la sua barchetta. Il brav’uomo accettò. Quando furono lontani dalla riva, il profes­sore cominciò ad interrogarlo.
«Sai la storia?».
«No».
«Allora un quarto della tua vita è perduto».
«Sai l’astronomia?».
«No».
«Allora due quarti della tua vita sono perduti».
«Sai la filosofia?».
«No».
«Allora tre quarti della tua vita sono perduti».
All’improvviso prese ad infuriare una tremenda tempesta. La barchetta, in mezzo al lago, veniva sbal­lottata come un guscio di noce. Gridando sopra il rug­gito del vento, il barcaiolo si rivolse al professore.
«Sa nuotare?».
«No», rispose il professore.
«Allora tutta la sua vita è perduta!».

Bruno Ferrero, Il canto del grillo

[techtags: Bruno Ferrero, storielle, Gli amici di Fernando]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *