La liberalizzazione dell'energia

220legambiente.jpg Ho letto qualche giorno fa (non avevo mai approfondito la cosa) che dal 1° Luglio 2007 anche l'utenza casalinga potrà scegliere il proprio gestore di energia elettrica grazie alla liberalizzazione. La buona notizia è che non mancano distributori che promuovono la possibilità di acquistare energia verde certificata: proveniente da fonti rinnovabili, idroelettriche, eoliche, solari ecc.

Tra questi, dopo un'accurata selezione, ho scelto LA220, e sinceramente non vedo l'ora che mi chiamino (è generata al 100% da fonti rinnovabili certificate, come acqua, sole o vento). E, tra l'altro, non avrò nessun distacco dell'impianto, in quanto i miei consumi saranno direttamente reintegrati e reimmessi nella rete Enel.

Anyway, non vedevo l'ora che si potesse scegliere in questo senso, e non solo per l'abbattimento (spero e credo) del monopolio. Possiamo migliorare questo mondo, e la scelta di energia verde fa parte di uno dei tanti passi da seguire.

L'era del carbone prima o poi finirà.

@Edit: non me n'ero accorto, ma il codice di accettazione mi è arrivato praticamente dopo 5 minuti

0 risposte a “La liberalizzazione dell'energia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *