La Settimana Santa a Taranto

E come tutti gli anni, la Pasquetta si è portata via la Settimana Santa, che qui a Taranto da centinaia d’anni viene vissuta con particolare sentimento attraverso le due processioni, quella dell’Addolorata del Giovedì e quella dei Misteri del Venerdì.

Non mi sto a dilungare su come funzionano o su terminologie varie: ciò che mi importa, in questo post, è sottolineare giusto qualcosa. Su TarantoVillage, nei giorni scorsi è nata una discussione relativa a come le due processioni o i riti in generale sono vissuti a Taranto. Subito son venute fuori le due fazioni: quella che vede i riti come una risorsa turistica importante per l’economia cittadina (non più attratto dai riti visti nella loro funzione religiosa), e chi – per lo più confratelli neoiscritti – che difendono a spada tratta le loro offerte da migliaia di euro per "portare" le statue o "fare" le poste durante la processione, viste come frutto di sacrifici per portare avanti 350 anni di storia della nostra città.

Bene, ma non son d’accordo. Sul forum (tra l’altro giudicato senza conoscere tutte le attività da noi realizzate, e sono tante) nessuno ha criticato tradizioni secolari, si è solo permesso a tutti di esprimere la propria opinione. Credo che non tutti vivano i riti con lo stesso entusiasmo/passione/interesse degli altri, specialmente confratelli. Tra l’altro, come ho già scritto anche sul forum, personalmente differenzierei lo "spirito di sacrificio" dai "350 di storia": l’uno è portato avanti dalla Fede, l’altro dalla "tradizione". E non credo non si possa ammettere che son su due piani completamente diversi.

Il mio parere è che durante la Settimana Santa, ma più durante l’intera Quaresima, gli spunti per riflettere e rimettersi in gioco sotto il punto di vista Cristiano, della Fede, siano tantissimi. Non tutti, però, li viviamo allo stesso modo, l’importante è rispettare l’altro (l’unico vero PAZZO disse che, prima di vedere la pagliuzza nell’occhio dell’altra persona, si dovrebbe guardare la trave che c’è nel proprio) pur non condividendone i modi (ed io sono il primo a non condividere atteggiamenti che, a volte, per me scadono nel fanatismo). 

E ciò che penso è anche in questo video:

 

Tra quelli che facevano "shhhh" e si lamentavano chiedendo il silenzio e di smettere di applaudire c’era il sottoscritto (autore del video): perchè applaudire un rito che rievoca la Passione e morte di Gesù? Mi è stato risposto, sul momento, che è un applauso di gioia. Ma Gesù risorge la Domenica di Pasqua, non al termine della Processione dei Misteri. Son troppo cocciuto?

PS: Per la cronaca, quello è stato il mio primo video inserito su Youtube, è stato davvero semplice. Peccato per la connessione lentiiiissima, per fortuna a breve si passa a Fastweb!

[techtags: Taranto, Misteri, Riti, fanatismo, confraternite, Settimana Santa, Video, Youtube]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *