Latte, diossina e controlli a Taranto: sigilli ad un secondo allevamento

Solo ieri ho scritto dei controlli che stanno cominciando qui a Taranto relativamente alla diossina trovata in alcuni formaggi prodotti da queste parti, e già c’è la notizia dei sigilli (fittizi, in realtà è un fermo sanitario) apposti dall’ASL di Taranto ad un secondo allevamento della zona.

Al termine di un vertice, il procuratore della Repubblica presso il tribunale di Taranto Aldo Petrucci ha detto che gli ultimi risultati sono tranquillizzanti e che non è il caso di creare inutili allarmismi. “Oggi – ha concluso Petrucci – abbiamo stabilito percorsi operativi: saranno adottate tutte le precauzioni necessarie per salvaguardare la salute dei cittadini”.

Certo, perchè allarmarsi, in fondo respiriamo MERDA già da decenni, perchè dovremmo preoccuparci se dovessimo cominciare anche a mangiarla/berla?Non c’è niente da fare, son sempre tutti convinti che dobbiamo abbassare la testa e continuare a vivere come gli struzzi. Non vedo l’ora che arrivi sabato.

[techtags: latte, diossina, ILVA, Taranto, Bambini contro l’inquinamento, 29 Marzo 2008]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *