L’Ilva di Taranto ci spiega come l’inquinamento incide sui polmoni

Questa mattina credo di poter, per la prima volta, ringraziare Ilva SpA ed in particolare quanto recentemente realizzato presso lo stabilimento di Taranto: l'installazione della rete di contenimento delle polveri provenienti dai parchi minerali.

Sì, un ringraziamento sincero, perché ci permettono di capire cosa succede nei polmoni dei tarantini quando ci sono i così detti "Wind Days", ovvero i giorni in cui c'è forte vento e c'è il rischio di una maggiore diffusione delle polveri inquinanti sulla città (in particolar modo sul quartiere “Tamburi”).

Infatti, è possibile vedere un esempio di polmone di un abitante di Taranto PRIMA di un Wind Day nella rete installata nella giornata di ieri, 20 Maggio 2013:

ReteIlva_prima

(Click sull'immagine per visualizzarla a schermo pieno e con risoluzione originale – Immagini non modificate)

Qui, invece, è possibile vedere un esempio di polmone di un abitante di Taranto DOPO un Wind Day (in questo caso dopo i Wind Day del 13, 14 e 19 Maggio, tutti certificati dall'Arpa Puglia): 

ReteIlva_dopo

(Click sull'immagine per visualizzarla a schermo pieno e con risoluzione originale – Immagini non modificate)

 

Grazie, Ilva SpA, tu si che ci tieni a noi!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *