L'isola segreta: visioni, suoni e cunti del Centro Storico di Taranto

Ho ricevuto proprio ieri un volantino su "L'isola segreta": un percorso in sei appuntamenti alla scoperta dell'anima della Città Vecchia. Partendo dalla visione delle bellezze naturali, paesaggistiche e del patrimonio archeologico-architettonico, si ascolteranno i suoni della tradizione popolare, il tutto accompagnato da cunti, brevi narrazioni.

Peccato l'aver ricevuto il volantino solo ieri ed aver saltato i primi due appuntamenti (Le grandi strutture religiose e Cultura e credenze popolari)..in ogni caso, vi segnalo gli altri 4, credo sia un'iniziativa che meriti il massimo risalto mediatico:

  • 22 e 23 Novembre – raduno ore 20 c/o Piazza Fontana: La fede popolare – Il percorso, muovendo dalla visita della chiesetta di S. Anna, si snoderà alla scoperta delle chiese cosiddette dei pescatori per narrare la storia dell'alluvione a Taranto, per conoscere il significato degli ex voto e di altre manifestazioni del culto religioso popolare;
  • 5 e 6 Dicembre – raduno ore 19 c/o Piazza Castello: Le edicole votive – Ispirandosi alle tradizioni legate alle festività di S. Cecilia e del Natale, il racconto dei rituali popolari dell'attesa della nascita di Gesù si articolerà intorno alla scoperta delle ex edicole votive e delle poche ancora esistenti di Madonne con Bambino. Il percorso sarà affiancato da una formazione di 5 elementi bandistici che eseguirà musiche tradizionali del periodo, come la Pastorale, inni religiosi, ecc., riproponendo la tradizione "da' Nuena";
  • 20 e 21 Dicembre – raduno ore 19 c/o Piazza Municipio: Il Natale, rito collettivo – Partendo dalla casa di tutti i tarantini – il Municipio – i visitatori attraverseranno una sorta di presepe vivente lungo via Duomo, incontrando, di volta in volt, personaggi della tradizione popolare presepistica. Il percorso si concluderà in piazza Duomo, dove sarà narrata La storia più bella del mondo, ovvero la storia della nascita del presepe;
  • 3 e 4 Gennaio – raduno ore 18 c/o Piazza Municipio: Giochi e giocattoli della tradizione – L'attesa della Befana sarà celebrata con un percorso di riscoperta dei vecchi giocattoli e dei giochi ormai scomparsi, concludendo così l'intero progetto con un momento di aggregazione ricco di giochi, di musica, di balli ed altro ancora.

Non c'è altro da aggiungere, se non che ogni visita è per max 100 persone e che quindi è necessario prenotare (partecipazione gratuita): Crest, 099 4725780 – info@teatrocrest.it

[techtags: Crest, cultura, storia, Taranto, città vecchia, isola segreta] 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *