Montpellier: quanto se la tirano i francesi!

Ed ecco il post relativo alla mia settimana di lavoro a Montpellier: è stata una settimana pesante, con il tempo che non passava mai.

I francesi si son dimostrati gente che se la tira: basti pensare che son stato praticamente solo tutto il tempo pur essendo in ufficio, così come al fatto che son così orgogliosi e pieni di sè che, quando parlavo in inglese, mi rispondevano in francese. E che non mi si dica che non capivano: rispondevano perfettamente alle mie domande (qualcosa di francese, studiato in terza elementare, ancora lo capisco).

E vabbè…la soddisfazione di far suonare una certa suoneria

me la son comunque tolta, anche se solo l’ultimo giorno di lavoro, praticamente nel momento in cui stavo salutando tutti. In fondo i CAMPIONI DEL MONDO siamo noi

Montpellier è comunque una bella città, non molto grande ma con alcune zone davvero belle. Ho camminato parecchio, anche se il tempo avuto a disposizione è stato relativamente poco..ho visitato la Place de la Comédie (con la fontana delle Tre Grazie, una piazza enorme e con non si capisce quante persone a tutte le ore), la Tour de la Babote (solo dall’esterno e passandoci in taxi), la Promenade de Peyrou e i Jardin des Plantes. Purtroppo i due edifici religiosi più importanti (Cathédrale de St-Pierre e la chiesa di Notre-Dame des Tables) erano troppo lontani per arrivarci a piedi…sarà per la prossima volta, se ci sarà!

Come sempre ho fatto anche qualche foto, le trovate nella gallery

[techtags: Vestas, trasferta, Montpellier, Campioni del mondo]

2 risposte a “Montpellier: quanto se la tirano i francesi!”

  1. Consigli…guarda, io ho – per fortuna – avuto poco tempo lì a Montpellier, essendo stato lì per lavoro (mi son limitato a fare ufficio-albergo e viceversa)…sinceramente non me ne pento 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *