Taranto, riapre il Museo Archeologico Nazionale

Ogni tanto giungono belle notizie anche da Taranto: dopo sei anni riapre il Museo Archeologico Nazionale, una delle strutture più importanti del mondo viene finalmente restituita alla sua città.

Da Wikipedia:

Il Museo Archeologico Nazionale di Taranto è un importante museo archeologico dove è esposta, tra l’altro, una delle più grandi collezioni di manufatti dell’epoca della Magna Grecia, tra cui i famosi Ori di Taranto. Il museo, sito in Corso Umberto I al civico 42, è stato fondato nel 1887 ed occupa la sede dell’ex Convento di San Pasquale di Baylon, edificato nel XVIII secolo. L’archeologo Luigi Viola voleva farne un Museo della Magna Grecia, ma esso è sempre stato dedicato, principalmente, alla documentazione archeologica di Taranto e del resto della Puglia. Il piano rialzato del museo è utilizzato, attualmente, per esposizioni temporanee. Il primo piano ospita la sezione greco-romana inerente la società tarantina. Il secondo piano ospita la sezione preistorica del Paleolitico e dell’età del Bronzo inerente l’intero territorio pugliese.

L’inaugurazione è prevista per stasera, alla presenza del Vicepresidente del Consiglio nonchè Ministro per i Beni e le Attività culturali Francesco Rutelli. Richiesto l’invito, ai poveri mortali (come me) sarà possibile l’ingresso solo da domani. Ma meglio domani che mai

[techtags: Museo Archeologico Nazionale, Taranto, Ori, convento San Pasquale]

0 risposte a “Taranto, riapre il Museo Archeologico Nazionale”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *