Una settimana di ordinaria follia

Finalmente comincia un’altra settimana, quella appena passata è stata tremanda.
Basta pensare a lunedì scorso: ore 09.01. Driiiin
: Pronto!!! Signor Antonio (mio padre)?!?!?!?
: Pronto!?!? Si, sono io, chi è che parla?
: Chiamo da Varese, deve venire su per quel lavoro, comincia domani!
: Come?!??! Domani?!?!? Ma non farò mai in tempo, mi dia almeno la possibilità di sistemare le cose, “tengo famiglia”…e poi, anche partendo in questo istante, non arriverei mai per domattina!!!
: Mercoledì mattina ore 08.00 qui, non un minuto di ritardo. Click
: Riverisco!

Non credo si possa immaginare la miriade si servizi che son stati fatti tra le 09.05 e le 22.00 di lunedì. Nonchè le carte che ho dovuto leggere, visto che ora toccherà a me occuparmi di tutto.
Mercoledì, ore 08.01 (oh, puntualità inaudita!!!). Driiiiin
: Signor Antonio!!! Dov’è, chi sei, che fai, perchè lo fai!!!!
: Aò, un att…chi caz sei…ehm, chi è lei?
: Chiamo da Varese, dov’è il signor Antonio, doveva montare servizio alle 08.00!!!
: Eh, ho capito, ma porc…sono le 08.02, starà arrivando, è la prima volta in vita sua che è a Varese, starà cercando la strada, è arrivato ieri sera a Sesto Calende!
: Si muovi, lo chiami, lo indichi, lo facci arrivare presto! Click.

Ore 08.05. Driiiiin
: Pà, dove stai? Ha chiamato , stavo dormendo..
: Sono appena arrivato, sto davanti alla scuola, non è stato facile trovarla!
: Eh, ho capito..ma sta tizia…maròòòò butcher.gif
: Dai, fammi entrare, ci sentiamo più tardi.
: Saluta la . Click

Successivamente mia nonna ha avuto la febbre alta, mio zio si è operato d’urgenza..e chiaramente stiamo senza macchina e non ci possiamo spostare (se cerco di muovermi con un mezzo faccio prima ad aspettare che mio padre torni da Varese e mi accompagni).
Intermezzate la settimana con riunioni di preparazione di varie attività Scout, un sabato sera condito da un bel po’ di dinamiche su cui è meglio che non mi esprima..e la frittata è completa. Aggiungiamoci le notizie su Taranto ed il Sindaco, su Calderoli e sul tentato innesco della terza guerra mondiale da parte sua, sulla povera Brina, una povera cagnetta cui, per vendetta verso il proprietario, è stato sparato un colpo di fucile a distanza ravvicinata in pieno volto…che schifo stò mondo.
Intanto continuo ad aspettare per 2 lavori, e mi son scocciato di non far nulla.

Stasera il veglione di carnevale, alla fine mi vesto da frate francescano (sempre insieme a Marco). Comunque vada, sarà un successo.
E spero di poter mettere presto nuove foto, magari proprio della festa.

Una risposta a “Una settimana di ordinaria follia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *