Piccolo angelo vestito di bianco – Quattro anni dopo

Cari amici, vedo in voi le sentinelle del mattino, vuol dire che siamo già vicini a mezzanotte. Vedo in voi le sentinelle del mattino in quest’alba del terzo millennio.
Oggi siete qui convenuti, siete qui convenuti per confermare che nel nuovo secolo voi non vi presterete ad essere strumenti di violenza e distruzione, difenderete la pace, pagando anche di persona se necessario.
Voi non vi rassegnerete ad un mondo in cui gli altri esseri umani muoiono di fame, restano analfabeti, mancano di lavoro, voi difenderete la vita in ogni momento del suo sviluppo terreno, difenderete con ogni vostra energia, di rendere questa terra sempre più abitabile per tutti.
Così ritorno ringiovanito! E saluto ancora una volta tutti voi, specialmente quelli che sono più più dietro, in ombra, che non vedono niente…ma se non potevano vedere, potevano certamente sentire questo chiasso, questo chiasso ha sentito Roma e non lo dimenticherà mai!

 Io ero a Roma…son passati ormai 9 anni da quei giorni, e 4 ne son passati da quel 2 Aprile in cui Giovanni Paolo II lasciò questa terra…ed anche allora ero a Roma. Credo che nessuno potrà mai sostituirlo, è qualcosa di impensabile. Ci lasciò in un momento in cui noi giovani avevamo, ed abbiamo tuttora, bisogno di uomini, di esempi come lui.

Non riesco a non avere gli occhi lucidi ed un groppo in gola ogni volta che vedo un video…mi manca troppo. Tutta la mia gioventù, le scelte che ho fatto in quegli anni e che mi han portato ad essere quello che sono oggi son state prese seguendo il suo esempio, ciò che lui trasmetteva.

Uno dei più Grandi uomini che siano mai vissuti…e che da Grande spero venga presto santificato, perchè possa continuare a cambiare questo mondo come già ha fatto durante gli anni del suo pontificato.

..sotto la stessa Luce
sotto la stessa Croce
cantando ad una voce…

Di nuovo Buona Strada, lassù,
Compagno di strada Karol

[techtags: Giovanni Paolo II]

Una risposta a “Piccolo angelo vestito di bianco – Quattro anni dopo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *