Assisi

Quella che si respira ad Assisi è da sempre un’aria diversa, un’aria che trasmette serenità già da quando ci si arriva. Ed io ho avuto la fortuna di poterla respirare durante il ponte del primo Maggio. Partenza con la mia bimba l’1, per ritornare a casa il 3, anche se saremmo voluti rimanere lì. Foligno con il suo bellissimo e centralissimo Duomo in stile romanico, Spello – la Splendidissima Colonia Iulia (cit. Giulio Cesare) che sembra essere rimasta al Medioevo, Assisi con la Basilica di San Francesco, l’eremo delle carceri sul Subasio – vera fonte di pace, San Damiano, Santa Chiara, San Rufino e un verde che non finisce mai, Santa Maria degli Angeli con la Porziuncola, Bevagna con la sua splendida notte medioevale, per poi passare da Cascia con la basilica ed il monastero dedicati a Santa Rita e San Giovanni Rotondo durante il viaggio di ritorno…insomma, davvero un bel tour, ricco di serenità e tanta spiritualità.

Erano trascorsi 8 anni dalla prima volta ad Assisi, e tutto era come allora. Nuovamente ho avuto la possibilità di respirare quella semplicità che è stato il vero e proprio distintivo di San Francesco…un weekend che ci voleva, per ricaricare le batterie…in più al mio fianco c’era la mia Bimba, e per questo posso tranquillamente considerare TUTTO PERFETTO

Stesso dicasi dal punto di vista logistico: abbiamo alloggiato presso un B&B di Foligno, il "Giardino di Elena" (ecco il sito) in cui abbiamo potuto toccare con mano l’accoglienza umbra, da sempre riconosciuta in tutto il mondo.

…quando si riparte?

[techtags: Foligno, Assisi, Spello, Santa Maria degli Angeli, San Francesco, Santa Chiara, San Rufino, Porziuncola, eremo delle carceri, Subasio, Cascia, Bevagna, Santa Rita, San Giovanni Rotondo, Bambolina]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *