Taranto, referendum sull'ILVA: ecco i quesiti

Son contento di avere alcuni amici, ogni giorno dimostrano di essere un passo avanti al resto. Ecco i requisiti per il referendum relativo alla questione ambientale tarantina, passate parola più che potete:

I QUESITO
Volete voi cittadini di Taranto, al fine di tutelare la vostra salute, nonchè la salute dei lavoratori contro l’inquinamento, la chiusura dell’Ilva, con l’impegno del Governo di tutelare l’occupazione, impiegando le maestranze per lo smantellamento e bonifica dell’area in cui sono attualmente situati gli impianti industriali, e di destinare l’area stessa per altre attività economiche non inquinanti ovvero per permettere lo sviluppo del porto e dare alla città di Taranto nuove e concrete opportunità di lavoro nel settore del turismo?
E volete , in alternativa, solo la chiusura dell’area a caldo dell’Ilva, maggiore fonte di inquinamento, con conseguente smantellamento dei parchi minerali e con l’impiego dei lavoratori in altre attività?

II QUESITO
Volete voi cittadini che il Comune di Taranto chieda all’Ilva S.p.A. il risarcimento dei danni, in seguito alla condanna definitiva da parte della Corte di Cassazione dei responsabili del citato impianto siderurgico per inquinamento ambientale, tenendo presente che gli interessi diffusi, come quelli dell’ambiente e della salute, non possono essere oggetto di accordo da parte dell’Ente locale, così come sancito dalla Corte di Cassazione e dalla magistratura amministrativa?

III QUESITO
Volete voi cittadini che il Sindaco, ai sensi dell’art. 50 del decreto legislativo 267/2000 (Testo Unico degli Enti Locali), per motivi sanitari, di igiene pubblica e per la tutela della salute dei cittadini e dei lavoratori, obblighi l’Ilva S.p.A. di Taranto a bonificare il territorio e il mare inquinato a sue spese, sulla base del principio "chi inquina paga", così come sancito dall’art. 174 comma 2 del Trattato dell’Unione Europea e dall’art. 3 ter del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152?

IV QUESITO
Volete voi cittadini che il Consiglio Comunale di Taranto si adegui al risultato positivo derivante dal referendum consultivo in materia di ambiente, sulla chiusura totale o parziale dell’Ilva (della sola area a caldo), con la tutela dell’occupazione, così come prospettato dal quesito del Comitato Promotore "Taranto Futura", nel pieno rispetto del principio della sovranità popolare, così come previsto dall’art. 1 della Costituzione?

[techtags: referendum, Ilva, Taranto]

Una risposta a “Taranto, referendum sull'ILVA: ecco i quesiti”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *